“Ti riempiremo l’agenda di giorni liberi”

La Formazione Comportamentale
Come si può fare una formazione che sia efficace indipendentemente dal settore di attività in cui si opera? Che sia utile per l’Azienda e anche per la Persona? Che non sia solo teorica, ma che produca effettivamente il cambiamento desiderato? E che magari sia anche piacevole pur essendo impegnativa? Il nostro metodo è la Formazione Comportamentale.

Quali sono le sue caratteristiche?

Apprendimento  attivo -  è una formazione interattiva ed esperienziale
Consapevolezza - non solo acquisire “tecniche” ma considerare nuovi atteggiamenti mentali
Mobilitazione dell’energia - per mettere personalmente in atto comportamenti più efficaci

La formazione comportamentale è coinvolgente ed altamente interattiva e favorisce nuove consapevolezze: ovvero non solo acquisizione di nuove “tecniche” ma poter considerare nuovi atteggiamenti mentali, per ottenere una mobilitazione dell’energia ovvero per mettere personalmente in atto comportamenti più efficaci.

Qual è il metodo didattico?

  • Esposizione teorica essenziale
  • Orientamento all'immediata applicabilità pratica
  • Elevato coinvolgimento dei partecipanti
  • Esercitazioni pratiche, singole e di gruppo

La teoria è ridotta all’essenziale, grande spazio è riservato alle esercitazioni pratiche, cui seguono considerazioni e confronti. Ogni partecipante, partendo dalla concretezza della sua esperienza, ha la possibilità di provare nuove varianti di comportamento da applicare nella sua pratica quotidiana, attuando così un processo davvero su misura di cambiamento, di miglioramento, sia individuale che aziendale. Non solo per saper fare cose nuove, ma soprattutto per fare meglio quello che già si fa… ed adottare un metodo permanente di autovalutazione e di autoapprendimento.

In sintesi
Strumenti per migliorare l’uso del tempo e l'organizzazione personale.
Obiettivi e attività. Priorità in base ad urgenza e importanza.
Attuazione dei piani facendo fronte agli imprevisti.

Presentazione del corso
“Ti riempiremo l’agenda di giorni liberi”. Certo che è un bello slogan… ma quanto è davvero possibile?
Nella realtà quante volte il tempo è troppo poco per tutto quello che abbiamo da fare? Quante volte abbiamo la sensazione che, invece di agire attivamente, siamo costretti a subire le situazioni  e continuiamo a reagire agli eventi, passando da un’urgenza all’altra? Quante volte ci accorgiamo di essere continuamente interrotti in quello che stiamo facendo? Quanto sentiamo lontano vivere un giusto equilibrio tra lavoro, tempo libero e la famiglia? Quante volte alla fine giornata ci domandiamo “oggi cosa ho fatto di quello che pensavo di fare?”

Come mai ci sono persone con la nostra stessa competenza e ruolo, che pur avendo lo stesso tempo a disposizione ottengono successi diversi dai nostri, magari migliori? E cosa dire di quelle persone che sono in grado di apparire sempre disponibili pur essendo piene di impegni?

La pressione quotidiana cui siamo sottoposti (modalità lavorative e stili di vita) spinge nella direzione di allungare i tempi di lavoro o, piuttosto, di cercare di “infilare” più attività possibili nel tempo che ci è dato. Il corso, ricco di test ed esercizi, aiuta a dare risposte per governare questa pressione, tenendo conto che ogni “tecnica” appresa va sperimentata e personalizzata. Non promettiamo miracoli, ma suggerimenti concreti frutto di ricerche ed esperienza, per acquisire strumenti e sviluppare comportamenti per una migliore gestione del tempo. L'elaborazione teorica e pratica sull'argomento è stata sterminata in questi ultimi decenni, con una enorme produzione di ricerche e di letteratura. E' un corso tra i più richiesti dalle aziende.

Destinatari: tutti. L’esigenza di organizzare meglio il proprio tempo è comune, e il corso è orientato a una migliore organizzazione strettamente personale del tempo. Non riguarda aspetti manageriali o strategici (come l’organizzazione del lavoro di collaboratori o una pianificazione aziendale) quindi è utile per persone con ogni livello gerarchico e di responsabilità. Ovviamente ne trae maggior beneficio chi ha maggior autonomia personale nell’organizzare il proprio lavoro.
Obiettivi: Aumentare la consapevolezza sui problemi nell’uso del tempo. Acquisire strumenti e criteri per valutare e migliorare l’uso del tempo. Individuare cambiamenti utili nel comportamento, all’interno del proprio contesto lavorativo e aziendale.

Contenuti:

  • I dilemmi che riguardano la gestione del tempo: visione del tempo come ostacolo o come risorsa? L’atteggiamento mentale alla base di tutto.
  • Gestire lo stress per gestire meglio il tempo.
  • Misura e valutazione dell’uso del proprio tempo.
  • Saper definire e distinguere con chiarezza obiettivi e attività.
  • Ottimizzare il tempo rispetto ai propri obiettivi e alle proprie attività.
  • Valutazione delle priorità in base ad urgenza e importanza.
  • La creazione di una base decisionale per pianificare, organizzare, programmare.
  • Attuazione dei piani facendo fronte agli imprevisti.
  • Il comportamento assertivo e la gestione dell’ansia.
  • Riconoscere le situazioni aziendali concrete di uso inefficiente del tempo.

                                                                                                  Informazioni
Data: 30 e 31 ottobre 2015

Orari: 09h30 - 13h00

          14h00 - 17h30

Le lezioni si terranno presso Ricerca e Cooperazione in via Savona 13a, 00182 Roma
Il corso è a numero chiuso e si terrà per un massimo di 8 partecipanti.
Per partecipare al corso è necessario scaricare il modulo di iscrizione e inviarlo al seguente indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Il prezzo del corso (2 giornate) è di 300 euro.

                                                                                                  Riduzioni
Cogli l’occasione del 20% di riduzione sul costo di iscrizione:
- per ogni amico che fai iscrivere ad uno dei nostri corsi;
- se ti iscrivi con almeno 30 giorni di anticipo rispetto alla data di inizio del corso (*);

 Cogli l’occasione del 10% di riduzione sul costo di iscrizione:
- dal secondo corso a cui ti iscrivi . Potrai usufruire di uno sconto del 10% per ognuno dei corsi proposti, a partire dal secondo a cui aderisci;

 Gli sconti proposti sono cumulativi
Non è previsto nessun acconto per iscriversi ai corsi (*)

Per maggiori informazioni contattare il docente Armando Ravasi  mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.   oppure cell.: 3472651455

(*) – Solamente in caso di iscrizione con almeno 30 giorni di anticipo rispetto alla data di inizio del corso, sarà richiesto di versare un acconto sul costo totale per usufruire del 20% di sconto sul costo di iscrizione

“Un’altra riunione ?!”… “Tocca a me? oddio, non ricordo nulla...”

La Formazione Comportamentale
Come si può fare una formazione che sia efficace indipendentemente dal settore di attività in cui si opera? Che sia utile per l’Azienda e anche per la Persona? Che non sia solo teorica, ma che produca effettivamente il cambiamento desiderato? E che magari sia anche piacevole pur essendo impegnativa? Il nostro metodo è la Formazione Comportamentale.

Quali sono le sue caratteristiche?

Apprendimento  attivo -  è una formazione interattiva ed esperienziale
Consapevolezza - non solo acquisire “tecniche” ma considerare nuovi atteggiamenti mentali
Mobilitazione dell’energia - per mettere personalmente in atto comportamenti più efficaci

La formazione comportamentale è coinvolgente ed altamente interattiva e favorisce nuove consapevolezze: ovvero non solo acquisizione di nuove “tecniche” ma poter considerare nuovi atteggiamenti mentali, per ottenere una mobilitazione dell’energia ovvero per mettere personalmente in atto comportamenti più efficaci.

Qual è il metodo didattico?

  • Esposizione teorica essenziale
  • Orientamento all'immediata applicabilità pratica
  • Elevato coinvolgimento dei partecipanti
  • Esercitazioni pratiche, singole e di gruppo

La teoria è ridotta all’essenziale, grande spazio è riservato alle esercitazioni pratiche, cui seguono considerazioni e confronti. Ogni partecipante, partendo dalla concretezza della sua esperienza, ha la possibilità di provare nuove varianti di comportamento da applicare nella sua pratica quotidiana, attuando così un processo davvero su misura di cambiamento, di miglioramento, sia individuale che aziendale. Non solo per saper fare cose nuove, ma soprattutto per fare meglio quello che già si fa… ed adottare un metodo permanente di autovalutazione e di autoapprendimento.

In sintesi
Fare presentazioni con efficacia, ottimizzando le tecniche del parlare in pubblico. Scegliere e gestire il materiale visivo per valorizzare le proprie argomentazioni, adeguandolo a circostanze e obiettivi. Organizzare una riunione. L’ordine del giorno. La logistica. Gli  strumenti. Gestire una riunione: ruoli e svolgimento. Le fasi: apertura, regole, informazioni, confronto, decisioni, verbale.

Presentazione del corso    
 “Tocca a me? Ho la lingua “felpata”, non ricordo nulla...” Già, è il nostro turno per la spiegazione del nuovo progetto,  per la presentazione del nuovo prodotto, per la relazione sui risultati e i piani futuri… e sembra che non ci ricordiamo più nulla…

Ci è mai capitato? Bè forse si, le prime volte… ma adesso teniamo presentazioni tutti i giorni: meeting, convention, incontri con clienti, colleghi, collaboratori…

Ma quante volte, ancora proviamo un certo disagio prima di parlare in pubblico, come fosse la prima volta? O non riusciamo a fare la presentazione come l’avevamo pensata? E nonostante la nostra competenza, sembra che le persone non ci seguano?

Ci è mai capitato di ascoltare qualcuno, magari  un vero esperto nel suo campo, fare una presentazione e trovarlo noioso e poco coinvolgente? O di non riuscire a seguirlo a causa di slides illeggibili? E di non capirlo, per una sua scarsa capacità di comunicazione?

Anche se la tecnologia fornisce molti strumenti per la preparazione di presentazioni, quando ci viene richiesto di comunicare in pubblico spesso siamo assaliti da emozioni che ci bloccano oppure abbiamo poco tempo a disposizione e tante cose da dire.

L’efficacia di una presentazione viene spesso annullata dalla mancanza di pratica e di tecnica, nonostante la competenza specifica.

Saper comunicare in pubblico può non essere “naturale” ma si può imparare e migliorare.

“Un’altra riunione ?!... e quando... ADESSO ???” Quanti sono quelli che in azienda non hanno mai detto una frase così?  Pochi, temiamo. Quante volte ci è capitato di partecipare a riunioni caotiche, inconcludenti? E ci siamo chiesti perché siamo stati convocati a una riunione, dove poi nessuno ci ha davvero ascoltati? Quante volte ci siamo sentiti sconfortati all’idea di partecipare a un’altra riunione? Ma le riunioni, i meeting, perché sembra che aumentino sempre di più, a tutti i livelli? Servono per lavorare meglio, o non si riesce a lavorare per le troppe riunioni? ... chi li organizza ha provato a usare quelle sedie scomode? a stare ore in quella sala male illuminata? Durante una riunione, abbiamo mai pensato: “ma perché parla sempre quello lì? ... cosa c’entra quello che dice con il motivo della riunione?... a questa riunione facevo prima  a non venire.” ? E quando siamo noi a presiedere una riunione?

La vita lavorativa, specie in un azienda medio grande, é fatta di riunioni. Ogni volta un argomento diverso: i nuovi standard della qualità,  l’andamento delle vendite, le richieste del mercato, le iniziative di marketing, i processi di produzione, le strategie aziendali...

Eppure, ricerche autorevoli rivelano che l’ottanta per cento delle riunioni non portano a  nessuna conclusione! Come si suol dire, ci sono ampi spazi di miglioramento... Infatti ognuno di noi può valorizzare una riunione e farla diventare un evento utile, sia come organizzatore della riunione che come partecipante.

Destinatari: Managers, Professionals, Project Leaders, Team Leaders.
Obiettivi: Massimizzare l’efficacia della presentazione ottimizzando le tecniche del public speaking. Sviluppare consapevolezza dello strumento riunione e acquisire metodi per la sua gestione. 

Contenuti:

  • La presentazione come processo. Obiettivo, preparazione, attuazione. Le fasi: apertura svolgimento, conclusione.
  • I tipi di presentazione e obiettivi comunicazionali.
  • Saper essere chiari, semplici, sintetici. Gestire obiezioni e interruzioni.
  • Tecnicalità nell’uso degli strumenti di presentazione, testo e immagini.
  • Cosa sono e a cosa servono le riunioni. Perché le riunioni falliscono? I tipi di riunione.
  • Organizzare una riunione. L’ordine del giorno. La logistica. Gli
  • Gestire una riunione. Ruoli e svolgimento. Gli aspetti da considerare: procedura, scopo, relazione.
  • Le fasi di una riunione: apertura, regole, informazioni, confronto, decisioni, verbale.
  • Esempi in atto di presentazioni aziendali e di riunioni aziendali.

                                                                                                  Informazioni
Data: 11 e 12 dicembre 2015

Orari: 09h30 - 13h00

          14h00 - 17h30

Le lezioni si terranno presso Ricerca e Cooperazione in via Savona 13a, 00182 Roma
Il corso è a numero chiuso e si terrà per un massimo di 8 partecipanti.
Per partecipare al corso è necessario scaricare il modulo di iscrizione e inviarlo al seguente indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Il prezzo del corso (2 giornate) è di 300 euro.

                                                                                                  Riduzioni
Cogli l’occasione del 20% di riduzione sul costo di iscrizione:
- per ogni amico che fai iscrivere ad uno dei nostri corsi;
- se ti iscrivi con almeno 30 giorni di anticipo rispetto alla data di inizio del corso (*);

Cogli l’occasione del 10% di riduzione sul costo di iscrizione:
- dal secondo corso a cui ti iscrivi . Potrai usufruire di uno sconto del 10% per ognuno dei corsi proposti, a partire dal secondo a cui aderisci;

Gli sconti proposti sono cumulativi
Non è previsto nessun acconto per iscriversi ai corsi (*)

Per maggiori informazioni contattare il docente Armando Ravasi  mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.   oppure cell.: 3472651455

(*) – Solamente in caso di iscrizione con almeno 30 giorni di anticipo rispetto alla data di inizio del corso, sarà richiesto di versare un acconto sul costo totale per usufruire del 20% di sconto sul costo di iscrizione.

“Se ti sta bene è così, se no…amici come prima”

La Formazione Comportamentale
Come si può fare una formazione che sia efficace indipendentemente dal settore di attività in cui si opera? Che sia utile per l’Azienda e anche per la Persona? Che non sia solo teorica, ma che produca effettivamente il cambiamento desiderato? E che magari sia anche piacevole pur essendo impegnativa? Il nostro metodo è la Formazione Comportamentale.

Quali sono le sue caratteristiche?

Apprendimento  attivo -  è una formazione interattiva ed esperienziale
Consapevolezza - non solo acquisire “tecniche” ma considerare nuovi atteggiamenti mentali
Mobilitazione dell’energia - per mettere personalmente in atto comportamenti più efficaci

La formazione comportamentale è coinvolgente ed altamente interattiva e favorisce nuove consapevolezze: ovvero non solo acquisizione di nuove “tecniche” ma poter considerare nuovi atteggiamenti mentali, per ottenere una mobilitazione dell’energia ovvero per mettere personalmente in atto comportamenti più efficaci.

Qual è il metodo didattico?

  • Esposizione teorica essenziale
  • Orientamento all'immediata applicabilità pratica
  • Elevato coinvolgimento dei partecipanti
  • Esercitazioni pratiche, singole e di gruppo

La teoria è ridotta all’essenziale, grande spazio è riservato alle esercitazioni pratiche, cui seguono considerazioni e confronti. Ogni partecipante, partendo dalla concretezza della sua esperienza, ha la possibilità di provare nuove varianti di comportamento da applicare nella sua pratica quotidiana, attuando così un processo davvero su misura di cambiamento, di miglioramento, sia individuale che aziendale. Non solo per saper fare cose nuove, ma soprattutto per fare meglio quello che già si fa… ed adottare un metodo permanente di autovalutazione e di autoapprendimento.

In sintesi
Raggiungere un accordo che soddisfi  ragionevolmente gli interessi legittimi di ciascuna parte, individui o gruppi, instaurando relazioni che siano il più possibile chiare e durature.

Presentazione del corso
“Se ti sta bene è così, se no…amici come prima”. Amici come prima ??  Davvero si riesce a mantenere buono il rapporto con l’altro dopo che gli si ha dato un out-out ? Quando si è in disaccordo, come si fa a soddisfare i propri interessi senza compromettere la relazione con l’altro? Be’, se siamo più forti noi, se l’altro non può fare a meno di fare come diciamo noi… Ma alla fine è davvero questo il modo migliore per ottenere quello che si vuole? E se invece siamo noi ad avere necessità dell’altro? O meglio, se entrambi desideriamo qualcosa  e i nostri desideri, bisogni, interessi sono in conflitto con quelli del nostro interlocutore?

Il negoziato è un fatto della vita. Negoziamo col partner su dove andare a ce­na, con i figli sull’ora alla quale devono andare a letto. Discutiamo un aumento col nostro capo. Ten­tiamo di accordarci sul prezzo di una casa. Cerchiamo di trovare un accordo dopo un incidente d’auto. Un gruppo di società pianifica una joint venture. Un amministratore locale si incontra con dirigenti sindacali per evitare uno sciopero dei mezzi pubblici. Due se­gretari di stato si incontrano per cercare un accordo sulla limitazione delle armi nu­cleari. Sono tutti negoziati.

Benché il negoziato si svolga ogni giorno, non è facile farlo bene. Che negoziatori siamo, "morbidi" o "duri"? Il negoziatore morbido cerca di evitare il conflitto personale, e così fa rapi­damente concessioni allo scopo di raggiungere l’accordo; desidera una soluzione amichevole, tuttavia spesso va a fi­nire che si sente sfruttato e mastica amaro. Il negoziatore duro vede ogni situazione come uno scontro di volontà nel quale la parte che assume l’atteggiamento più radicale e lo mantiene più a lungo se la cava meglio, tutta­via spesso va a finire che provoca una reazione altrettanto dura, che esaurisce lui e le sue risorse e guasta i rapporti con la controparte.

La negoziazione non solo è una comunicazione nei due sensi intesa a trovare un accordo quando noi e la controparte abbiamo interessi in comune ed altri in contrasto, è di più: rappresenta la modalità più evoluta per trasformare un conflitto in crescita, in creazione di valore.

Destinatari: Managers e Responsabili, e chiunque sia nelle condizioni di dover trovare un accordo con una controparte (persona o gruppo) avendo interessi in comune ed altri in contrasto.
Obiettivi: Analizzare i concetti chiave della negoziazione. Intervenire sugli aspetti comportamentali correlati al processo negoziale. Sviluppare capacità, a fronte di un conflitto, per raggiungere un accordo che soddisfi il massimo possibile gli in­teressi legittimi di ciascuna parte, instaurando relazioni con la controparte che siano il più possibile chiare e durature.

Contenuti:

  • Le basi dell'origine dei conflitti e i motivi per cui negoziare.
  • La negoziazione nella vita di tutti i giorni.
  • Il dilemma tra l'orientamento ai risultati e l'orientamento alla relazione: l'importanza della relazione e della comunicazione interpersonale per ottenere i risultati.
  • Le tipologie di negoziazione: quelle competitive e di posizione, quella collaborativa e di princìpi.
  • I fondamenti della negoziazione di princìpi.
  • La preparazione della trattativa
  • I fattori negoziali.
  • Saper trovare sempre più interessi comuni con l’interlocutore, non solo per un buon esito della trattativa ma per la creazione di maggior valore e per un miglioramento del rapporto.
  • Saper avere sempre un'alternativa alla trattativa stessa.
  • Le tattiche di negoziazione e i fattori limitanti ad una buona negoziazione.
  • Come acquisire sempre di più un atteggiamento di fiducia razionalmente basata.

                                                                                                  Informazioni
Data: 22 e 23 gennaio 2016

Orari: 09h30 - 13h00

          14h00 - 17h30

Le lezioni si terranno presso Ricerca e Cooperazione in via Savona 13a, 00182 Roma
Il corso è a numero chiuso e si terrà per un massimo di 8 partecipanti.
Per partecipare al corso è necessario scaricare il modulo di iscrizione e inviarlo al seguente indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Il prezzo del corso (2 giornate) è di 300 euro.

                                                                                                  Riduzioni
Cogli l’occasione del 20% di riduzione sul costo di iscrizione:
- per ogni amico che fai iscrivere ad uno dei nostri corsi;
- se ti iscrivi con almeno 30 giorni di anticipo rispetto alla data di inizio del corso (*);

Cogli l’occasione del 10% di riduzione sul costo di iscrizione:
- dal secondo corso a cui ti iscrivi . Potrai usufruire di uno sconto del 10% per ognuno dei corsi proposti, a partire dal secondo a cui aderisci;

Gli sconti proposti sono cumulativi
Non è previsto nessun acconto per iscriversi ai corsi (*)

Per maggiori informazioni contattare il docente Armando Ravasi  mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  oppure cell.: 3472651455

(*) – Solamente in caso di iscrizione con almeno 30 giorni di anticipo rispetto alla data di inizio del corso, sarà richiesto di versare un acconto sul costo totale per usufruire del 20% di sconto sul costo di iscrizione

Manager con gioia o… perché non puoi farne a meno?

La Formazione Comportamentale
Come si può fare una formazione che sia efficace indipendentemente dal settore di attività in cui si opera? Che sia utile per l’Azienda e anche per la Persona? Che non sia solo teorica, ma che produca effettivamente il cambiamento desiderato? E che magari sia anche piacevole pur essendo impegnativa? Il nostro metodo è la Formazione Comportamentale.

Quali sono le sue caratteristiche?

Apprendimento  attivo -  è una formazione interattiva ed esperienziale
Consapevolezza - non solo acquisire “tecniche” ma considerare nuovi atteggiamenti mentali
Mobilitazione dell’energia - per mettere personalmente in atto comportamenti più efficaci

La formazione comportamentale è coinvolgente ed altamente interattiva e favorisce nuove consapevolezze: ovvero non solo acquisizione di nuove “tecniche” ma poter considerare nuovi atteggiamenti mentali, per ottenere una mobilitazione dell’energia ovvero per mettere personalmente in atto comportamenti più efficaci.

Qual è il metodo didattico?

  • Esposizione teorica essenziale
  • Orientamento all'immediata applicabilità pratica
  • Elevato coinvolgimento dei partecipanti
  • Esercitazioni pratiche, singole e di gruppo

La teoria è ridotta all’essenziale, grande spazio è riservato alle esercitazioni pratiche, cui seguono considerazioni e confronti. Ogni partecipante, partendo dalla concretezza della sua esperienza, ha la possibilità di provare nuove varianti di comportamento da applicare nella sua pratica quotidiana, attuando così un processo davvero su misura di cambiamento, di miglioramento, sia individuale che aziendale. Non solo per saper fare cose nuove, ma soprattutto per fare meglio quello che già si fa… ed adottare un metodo permanente di autovalutazione e di autoapprendimento.

In sintesi
Guida e motivazione dei Collaboratori. Principi e stili di direzione.
Assegnare compiti e obiettivi. Controllo e lode. Delega come strumento per far crescere. Correggere i comportamenti disfunzionali.

Presentazione del corso
Siamo Manager con gioia o… perché proprio non possiamo farne a meno? E’ vero che, oggi più di ieri, è fondamentale saper trasformare gli obiettivi in risultati? E questo da chi dipende innanzitutto? Dai Collaboratori, Venditori, Impiegati, Tecnici… o dal Manager che li guida? Chi, se non il Manager, può con i suoi comportamenti essere di esempio in prima persona anziché applicare il ben noto “armiamoci e partite”? E può trasmettere fiducia e motivazione, oppure timore e rassegnazione?

Chi se non il Manager dovrebbe saper dare obiettivi “su misura” per il singolo Collaboratore? Ma come farlo quando la sua conoscenza dei Collaboratori è legata più alla loro mansione che alla persona? Come arrivano le direttive dell’Azienda alla base, ai Collaboratori? E il modo di trasmetterle accresce la gioia di appartenere all’Azienda?

Questo corso di  Management Comportamentale sulla guida e motivazione dei Collaboratori non è un corso di “tecniche di management”, bensì un training che al di là delle tecniche è centrato sui comportamenti, sull’energia personale, sull’essere, sulla relazione interpersonale motivante, sugli stili di direzione messi in pratica, per guidare un gruppo coeso e vincente nel raggiungimento dei risultati auspicati.

Destinatari: Managers con la responsabilità di gestire Collaboratori, indipendentemente dal settore aziendale.
Obiettivi: attivare un cambiamento verso comportamenti più efficaci nel management, nella guida e motivazione dei Collaboratori.

Contenuti

  • L’origine dei comportamenti. Aumentare la consapevolezza di come interpretiamo e viviamo la realtà.
  • Vivere da protagonisti i cambiamenti.
  • La relazione motivante con i tutti i Collaboratori nel rispetto dei singoli ruoli.
  • La conoscenza e la valorizzazione dei loro punti di forza.
  • Saper formulare obiettivi e saperli trasmettere in modo motivante.
  • Gli stili di direzione messi in atto. Saper uscire dagli schemi che limitano l’azione e il conseguimento dei risultati.
  • Valorizzare i comportamenti positivi, degli sforzi produttivi, dei risultati importanti conseguiti dai collaboratori.
  • Il controllo: da “spauracchio” a stile di motivazione.
  • Il riconoscimento: come “viatico” verso nuovi e più importanti risultati.
  • Il biasimo: da “bastonatura” a nuovo entusiasmo e coraggio.
  • La delega: da “rifilare le rogne” a strumento per far crescere il Collaboratore.
  • Correggere i comportamenti limitanti e ridare energia al Collaboratore in difficoltà.

                                                                                                  Informazioni
Data: 20 e 21 novembre 2015

Orari: 09h30 - 13h00

          14h00 - 17h30

Le lezioni si terranno presso Ricerca e Cooperazione in via Savona 13a, 00182 Roma
Il corso è a numero chiuso e si terrà per un massimo di 8 partecipanti.
Per partecipare al corso è necessario scaricare il modulo di iscrizione e inviarlo al seguente indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il prezzo del corso (2 giornate) è di 300 euro.

                                                                                                  Riduzioni
Cogli l’occasione del 20% di riduzione sul costo di iscrizione:
- per ogni amico che fai iscrivere ad uno dei nostri corsi;
- se ti iscrivi con almeno 30 giorni di anticipo rispetto alla data di inizio del corso (*);

Cogli l’occasione del 10% di riduzione sul costo di iscrizione:
- dal secondo corso a cui ti iscrivi . Potrai usufruire di uno sconto del 10% per ognuno dei corsi proposti, a partire dal secondo a cui aderisci;

Gli sconti proposti sono cumulativi
Non è previsto nessun acconto per iscriversi ai corsi (*)

Per maggiori informazioni contattare il docente Armando Ravasi  mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.   oppure cell.: 3472651455

(*) – Solamente in caso di iscrizione con almeno 30 giorni di anticipo rispetto alla data di inizio del corso, sarà richiesto di versare un acconto sul costo totale per usufruire del 20% di sconto sul costo di iscrizione

Main Menu